Spedizione gratuita:

come utilizzarla da leva di marketing

da  | Giu 12, 2022 | Aziende

Spedizione gratuita - Come utilizzarla da leva di marketing

Qual è il problema che porta la maggior parte degli utenti ad abbandonare il carrello in fase di pagamento?

Da uno studio molto recente, realizzato da SendCloud in collaborazione con Nielsen Group, per quasi il 70% è dovuto ai costi di spedizione troppo alti. Quando sentiamo la parola spedizioni, a tutti viene subito in mente Amazon, ma anche i giganti si scontrano spesso con questo tipo di problema, per cui non c’è una soluzione facile, né tantomeno una univoca.

In questo articolo proveremo a darne una, sempre attraverso il marketing, provando a ribaltare lo schema, ovvero a trasformare una criticità in un’opportunità da sfruttare a nostro favore.

Iniziamo con delle precisazioni.

Cosa non si dovrebbe mai fare:

  • Applicare ad ogni spedizione il costo esatto.
  • Applicare tariffe fisse sulle spedizioni.

Cosa si dovrebbe fare:

  • Offrire spedizione gratuita con ordine minimo.
  • Non inserire costi di spedizione, rendendola sempre gratuita.

Prendiamo in analisi i pro e i contro di queste ultime due, qualche consiglio aggiuntivo e ci rivediamo alla fine per il verdetto!

Offrire spedizione gratuita con ordine minimo

Dal report citato precedentemente (Sendcloud-Nielsen) conosciamo come l’81% delle persone intervistate è propenso ad aggiungere qualcosa al carrello pur di raggiungere la soglia minima per la spedizione gratuita. Abbiamo già risolto tutto? Non proprio, sicuramente è una buona notizia per tutti i titolari di negozi online, può portare facilmente a generare profitti extra, ma, come vedremo successivamente, ci sono tante complessità da considerare.

Come scegliere l’ordine minimo?

Usiamo i dati sul carrello medio del nostro shop ed aumentiamo di poco la cifra (es. carrello medio 45€, spedizione gratuita a 55€), è importante mantenere il range ristretto affinché il cliente percepisca l’opzione come un affare. Tenendo sempre a mente che i consumatori sono abituati agli standard che Amazon ha imposto al mercato, proviamo per un attimo a metterci nei panni di un utente che atterra sulla nostra piattaforma, se il prodotto più economico costa 150€, chi sarebbe disposto a pagare la spedizione extra?

Spedizione sempre gratuita

Per tutto quello che ci siamo detti fino ad ora, sappiamo che la spedizione gratuita non è più percepita come un “bonus”, ma quasi come una pretesa. La possibilità di offrirla gratuita, senza imporre alcuna condizione, è sicuramente validissima. Nessuno può permettersi di “regalarla” (strada impraticabile anche per i colossi dell’eCommerce), il trucco è “incorporarla” nel prezzo, sfruttando il bias cognitivo del framing, ovvero presentare la stessa cosa ma in un modo diverso.

Con un esempio:

Prodotto 1: €20 + €4.90 di spedizione

Prodotto 2: €24.90

Quale dei due sembra più conveniente?

Ulteriori leve e best practices da utilizzare:

  • Spedizioni ecologiche: L’attenzione sul tema ambiente è diventata fondamentale nell’ultimo periodo, quindi, analizziamo il vostro target di riferimento, se ci sono persone disposte a pagare di più per avere un imballaggio eco-sostenibile, proviamo ad inserire questa opzione. Per fare un esempio, in Figaro Digital con un e-commerce (settore food) abbiamo lanciato l’idea di usare sacchetti riutilizzabili come buste per la spesa, l’esperimento è andato benissimo e adesso è diventata l’opzione di default!
  • Progress bar nel carrello: Può essere molto efficace inserire nel riepilogo del carrello una barra di progresso che segnala al cliente quanto manca per raggiungere la spedizione gratuita.
  • Tracking: La tracciabilità del pacco è forse l’aspetto più importante tra quelli che stiamo citando, ne va della fiducia del consumatore verso il brand. Se non l’abbiamo già previsto, facciamolo al più presto. Oltretutto, chi di noi non apre la mail con le istruzioni per il tracking? Possiamo sfruttare i tassi di apertura altissimi per fare up-selling e cross-selling, o per qualunque comunicazione promozionale.
  • Velocità di spedizione e personalizzazione della consegna: Più scelte siamo capaci di fornire a chi acquista, più questo sarà disposto a ricevere un sovrapprezzo. Cerchiamo di aggiungere tutte le opzioni che possiamo permetterci, scelta del giorno di consegna, scelta del corriere preferito, consegna in 24 ore, ecc. ecc.
  • Politiche di reso: Anche qui c’è in ballo la fiducia, il reso è un fattore decisivo quando si sceglie di acquistare su un sito piuttosto che un altro. Il consiglio è di non far pagare la spedizione di reso per un periodo di almeno 15 giorni, meglio se 30.

Domanda finale:

 

Come posso sfruttare al massimo la spedizione gratuita? Quale delle due opzioni scegliere?

Se siamo agli inizi e non abbiamo molti dati, utilizziamo il “free shipping” senza condizioni, cercando di mantenere i prezzi competitivi, ma teniamoci pronti a registrare anche delle perdite per i primi periodi. Se invece abbiamo già un brand consolidato e stiamo sviluppando uno o più consigli tra quelli su citati, allora possiamo tentare la strada della soglia minima, facendoci guidare dai test per raggiungere l’equilibrio perfetto!

copertina articolo: l'importanza della thank you page

L’importanza della Thank You Page

L'importanza della thank you pageda Figaro Digital | Ago 11, 2023 | AziendeNel marketing è sicuramente molto importante focalizzarsi sull’accompagnare l’utente per tutto il suo percorso d’acquisto, fino a diventare finalmente cliente. Poi, una volta arrivati lì, è uso...
Tasso di conversione ecommerce: 20 consigli utili

Tasso di conversione eCommerce: 20 consigli utili

Tasso di conversione eCommerce: 20 consigli utilida Figaro Digital | 13 Giugno, 2023 | AziendeLa metrica che più di tutte fa diventare matti proprietari ed eCommerce manager è sicuramente il tasso di conversione, il perché è piuttosto semplice da intuire: più...
AUMENTARE LA COMPETITIVITÀ- LE AGEVOLAZIONI PER LA DIGITALIZZAZIONE

Aumentare la competitività: le agevolazioni per la digitalizzazione

Aumentare la competitività: le agevolazioni per la digitalizzazioneda Giulio Curcio Terremoto | 13 Aprile 2023 | AziendeLa digitalizzazione delle imprese è un processo in continua crescita e sempre più importante per la competitività delle aziende. La pandemia ha...
GLI ARCHETIPI NEL MARKETING- QUALE SCEGLIERE PER IL TUO BRAND

Gli archetipi nel marketing: quale scegliere per il tuo brand

Gli archetipi nel marketing: quale scegliere per il tuo brandda Figaro Digital | Ago 8, 2023 | AziendePerché alcuni brand ci rimangono molto più impressi di altri? Perché non è il prodotto a fare la differenza, quanto le emozioni che esso riesce a suscitarci. Come ci...
Il potere dei sensi- come il Neuromarketing può stimolare le vendite

Il potere dei sensi: come il Neuromarketing può stimolare le vendite

Il potere dei sensi: come il Neuromarketing può stimolare le venditeda Giovanna Fusco | 14 Ottobre, 2022 | AziendeScommetto sia capitato anche a te, almeno una volta nella vita, di svegliarti con il desiderio di gustare un bel cornetto caldo al cioccolato e di...
Il neuromarketing dietro la scelta del font

Il neuromarketing dietro la scelta del font

Il neuromarketing dietro la scelta del fontda Figaro Digital | 10 Giugno, 2023 | AziendeQuanti di voi, prima di pubblicare una landing page, un blog o una semplice newsletter, si fermano a pensare quale font è meglio utilizzare? Spesso è un aspetto sottovalutato,...
Come ottimizzare le immagini sul tuo sito (gratis)

Come ottimizzare le immagini sul tuo sito (gratis)

Come ottimizzare le immagini sul tuo sito (gratis)da Figaro Digital | Ago 8, 2023 | AziendeChi controlla spesso le prestazioni del proprio sito, spesso si trova davanti ad una schermata come questa in foto. L’ottimizzazione delle immagini è ancora uno degli aspetti...
Il Marketing al supermercato - le migliori strategie

Il Marketing al supermercato: le migliori strategie

Il Marketing al supermercato: le migliori strategieda Figaro Digital | 14 Ottobre, 2022 | AziendeNon è un segreto come nei supermarket sia tutto studiato nei minimi particolari, ogni prodotto, ogni scaffale, è posizionato in quel modo per incrementare la spesa di noi...
Non è finita qui!

C’è un posto, che forse ancora non conosci, dove puoi approfondire un argomento diverso ogni mese, attraverso dei veri e propri mini-corsi. Questo è “Deep in Marketing”, la newsletter targata Figaro Digital.